Hotels, Residence e Appartamenti in Val d’Ayas ANTAGNOD · BRUSSON · CHAMPOLUC

Turismo in Valle d'Aosta: vacanze in montagna

Geografia

La Valle d'Aosta è la più piccola regione italiana e si trova in mezzo alle Alpi Pennine, circondata da quattro dei monti più alti di tutta Italia (sopra i 4000 metri) ed Europa (Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa e Gran Paradiso) ed è attraversata dalla Dora Baltea, importante affluente di sinistra del fiume Po. I valichi più importanti sono il Colle del Piccolo San Bernardo e il Colle del Gran San Bernardo, cui corrisponde il traforo omonimo. Il Tunnel del Monte Bianco riveste una grande importanza per le vie di comunicazioni valdostane. 

La parte meridionale del territorio è occupata dal Parco Nazionale del Gran Paradiso (Parc National du Grand-Paradis), istituito nel 1922 per salvaguardare alcune specie di flora e fauna alpina in via d'estinzione come stambecchi, camosci, marmotte ed ermellini. 

Le valli sono state scavate dai ghiacciai in movimento; questi un tempo ricoprivano tutta la regione. Ora i ghiacciai occupano solo le cime più elevate. Verticalità, grandi quote e grandi dislivelli fanno della Valle d'Aosta il luogo ideale per le grandi sfide e per lo sport: alpinismo, arrampicata, trekking, sci, rafting, canyoning, downhill in Valle d'Aosta si praticano ai massimi livelli. 

Ma oltre a divertire i più sportivi e chi preferisce facili passeggiate, a piedi o in bicicletta, la Valle d'Aosta conquista anche le anime più contemplative con i suoi paesaggi grandiosi e con un patrimonio naturale di grande ricchezza: proprio in Valle d'Aosta è nato il primo parco nazionale italiano e quasi un terzo del territorio regionale è protetto per tutelarne l'importante biodiversità. 

In Valle d'Aosta anche storia e arte sorprendono con una straordinaria concentrazione di testimonianze del passato: importanti tracce della romanità, oltre 100 tra castelli medioevali, torri e fortezze più volte trasformati nel tempo fino a diventare residenze rinascimentali, chiese romaniche e barocche. Una grande ricchezza culturale cui contribuiscono tradizioni ancora vive, artigianato e gastronomia, e il bilinguismo  italiano e francese di gran parte dei suoi abitanti.

Clima

Il clima della Valle d'Aosta è tipicamente alpino con inverni rigidi ed estati fresche. Solo la valle centrale, percorsa dalla Dora Baltea, gode di condizioni climatiche più miti. Durante l'inverno cadono abbondanti nevicate, ma le precipitazioni nel resto dell'anno sono generalmente scarse. Per ovviare a questo fatto sono state costruite, fin dall'alto Medioevo, grandi opere di canalizzazione irrigua denominate Rûs (pron. "rü", anche al plurale) tuttora utilizzate. 

Storia

Dopo la conquista da parte delle truppe romane ai danni dei Salassi, la popolazione celtica che abitava la Valle d'Aosta in epoca antica, fu fondata Augusta Prætoria Salassorum, l'odierna Aosta. Aosta è la città al mondo in cui è stato ritrovato il maggior numero di reperti di epoca romana dopo Roma e Pompei, il che le vale il titolo di "Roma delle Alpi". La regione fece in seguito parte del regno dei Franchi, dell'impero carolingio e del regno di Borgogna. Dal 1032 i Savoia ne entrarono in possesso con il titolo comitale e la mantennero ininterrottamente, eccetto tra il 1800 e il 1814, quando la Valle d'Aosta fu inglobata nel primo Impero francese, costituendo l'Arrondissement d'Aoste.

ABC Vacanze

Hotels, Residence e Appartamenti in Val d’Ayas
Antagnod - Brusson - Champoluc
Val d'Ayas - Valle d'Aosta - Italia